SHARE

Quando ieri abbiamo scritto, del forte passo indietro nei confronti della Winter di Cagliari, volevamo fare da campanello d’allarme per tutta la filiera d’istituzioni e imprenditori del territorio cagliaritano e non.
Quando un aeroporto, presenta una stagione, i primi ad esser interessati sono gli operatori turistici, i comuni interessati e soprattutto la Regione stessa.

La creazione di un network di tutto rispetto per la stagione estiva, l’apertura di rotte come Charles de Gaulle e Amsterdam rispettivamente con Air France e KLM, son state frutto di un lavoro enorme da parte dell’aeroporto di Cagliari assieme all’opera di tenere aperte ben due basi, Ryanair e Volotea.

Dall’altra parte, dal 24 Febbraio, e dall’inizio della nuova consiliatura regionale, per i politici della nostra giunta, la priorità è stata data alla Continuità Territoriale.
Se da una parte la necessità di gestire bene questa vertenza, dall’altra, gli aeroporti hanno necessità di avere dalla loro parte la politica, per sostenere investimenti, per creare ed esser coadiuvati nella realizzazione di campagne pubblicitarie per penetrare i mercati esteri.

Bisogna quindi capire e destinare fondi, per pubblicizzare la Sardegna che non sia il mare per dare servizi e creare possibilità d’investimento.
Non si può sperare di creare turismo invernale, pensando di pubblicizzare solo il mare, solo la Costa Smeralda, solo le spiagge incontaminate.
Perchè non potrai mai creare l’impulso che spinga il turista a venire nel periodo invernale, mettendo in difficoltà sia gli operatori aeroportuali, sia il comparto turistico.

Concludendo questo piccolo articolo, la critica sulla stagione invernale è stata necessaria, ma in realtà la critica maggiore, va a tutto il comporto turistico, imprenditoriale e soprattutto politico.
Sogaer, Sogeal e Geasar saranno pure “privati”, ma gli aeroporti sono del territorio e della regione, se d’estate, l’esistenza dei voli internazionali e nazionali sono d’obbligo per via della stagione turistica, in inverno c’è necessità ed è obbligatorio a nostro vedere, che tutto il comparto cerchi di sostenere gli aeroporti negli sforzi di mantenere le rotte e nell’ampliamento di queste.

SHARE
Previous articleAnnunciata la stagione invernale dell’aeroporto di Cagliari
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here