SHARE
DCIM101MEDIA

Oggi è stata annunciata attraverso un Comunicato stampa la nuova stagione invernale 2019/2020 per l’aeroporto di Cagliari.

Se la stagione invernale passata è stata la più grande e la più internazionale dell’aeroporto, l’inverno che verrà invece sarà il primo anno in cui l’aeroporto di Cagliari scenderà di destinazioni internazionali.

Si perderanno infatti le destinazioni come Barcellona Girona, Varsavia, Dusseldorf Weeze con Ryanair, Malta e Londra Southend con Air Malta, mentre si perde la stagionale peak di Monaco con Lufthansa e Zurigo con Swiss/EdelWeiss.

Il computo infatti di frequenze annuali dei voli internazionali, saranno negative, difatti perderemo rispetto lo scorso inverno, 7 frequenze settimanali con Ryanair e 4 da Air Malta.
Guadagnando esclusivamente 2 frequenze con il prolungamento annuale di Budapest.

Sul Mercato Nazionale invece avremo un decisivo aumento di destinazioni, fra cui Palermo e Venezia, rispettivamente con Volotea ed Easyjet. Mentre Milano Malpensa si aggiunge di un nuovo vettore invernale, Air Italy.

Queste erano le novità espresse nella Stagione Invernale 2018/2019 e affianco la situazione attuale:

• Dusseldorf-Weeze – Niederrhein operata da Ryanair (CANCELLATA)
• Karlsruhe-Baden operata da Ryanair
• Varsavia-Modlin operata da Ryanair (CANCELLATA)
• Siviglia operata da Ryanair
• Valencia operata da Ryanair
• Porto operata da Ryanair
• Colonia operata da Eurowings (Resa Stagionale Peak)
• Malta operata da Air Malta (CANCELLATA)
• Londra Southend operata da Air Malta (CANCELLATA)
• Zurigo operata da Edelweiss  (CANCELLATA)
• Napoli operata da Volotea
• Madrid operata da IberiaExpress nella peak winter
• Monaco operata da Lufthansa nella peak winter (CANCELLATA)

Queste invece le novità per la Stagione invernale 2019/2020:

  • Budapest operata da Ryanair
  • Palermo operata da Volotea
  • Venezia operata da easyJet
  • Malpensa operata da Air Italy
  • Colonia operata da Eurowings nella peak winter
  • Madrid operata da Iberia Express nella peak winter
  • Ancona operata da Volotea nella peak winter
  • Tel Aviv operata da Israir (programmazione charter)

Le tratte nazionali infatti avranno un decisivo aumento, ma perderemo però il tratto distintivo della scorsa stagione invernale e cioè un investimento maggiore verso l’apertura dei mercati internazionali che sono decisamente più importanti per contrastare il fenomeno di “stagionalizzazione” della destinazione.

Queste le parole dell’Amministratore Delegato Scanu :
“Come aeroporto, crediamo fermamente nelle potenzialità della nostra Isola come mercato turistico e perseguiamo, ormai da anni, una politica commerciale in grado di supportare la crescita della destinazione ‘Sardegna’ nell’arco dei dodici mesi dell’anno. Siamo inoltre consci del nostro ruolo di facilitatori dello sviluppo economico locale: oggi più che mai, i collegamenti aerei efficienti e affidabili sono determinanti per il successo di molte attività di business e iniziative imprenditoriali che si basano sullo scambio e sulla rapida movimentazione di persone e merci”. “La collaborazione con le Istituzioni e la partnership con i principali player del settore ci consentono oggi di annunciare il network della stagione Winter ’19-’20, caratterizzato dall’apertura di nuove rotte, dalla crescita del ventaglio di collegamenti e frequenze disponibili offerti da Volotea (grazie alla sua nuova base nel nostro aeroporto), dal ritorno di Air Italy e dal maggiore impegno su Cagliari di easyJet e di Ryanair. È ormai chiaro a tutti che la vocazione turistica del Sud Sardegna è sempre meno stagionale, così come lo sono le esigenze di mobilità dei Sardi: SOGAER, la società di gestione dell’Aeroporto di Cagliari, ne è ben consapevole. Confidiamo che quanto stiamo facendo per aumentare le opportunità di connessione e spostamento tra la nostra Isola e il resto d’Italia e d’Europa – indipendentemente dal fatto che si tratti di viaggiare per turismo o per lavoro – ne sia la prova tangibile”, ha concluso Scanu. “

SHARE
Previous articleDov’eravamo rimasti?
Next articleUn Campanello d’allarme per le istituzioni.
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here