SHARE

Ormai è da un paio di giorni che l’aeroporto di Cagliari ha presentato la Summer 16 e noi di Sardegna in volo abbiamo voluto approfondire.

Prima di tutto un chiarimento veloce sull’uso di Summer o Winter negli articoli. L’orario delle compagnie aeree e degli aeroporti definito dalla IATA (International Air Transport Association) è suddivisa appunto in due fasce temporali, quella invernale che viene chiamata appunto “winter **/**”(dove gli asterischi sono gli anni a cavallo fra la stagione) e inizia normalmente con l’ora solare (fine ottobre), mentre la stagione estiva chiamata “summer **” inizia con l’ultima domenica di Marzo e finisce con l’ultima domenica di Ottobre. Ecco perchè è più corretto chiamare gli orari Winter o Summer e non italianizzarli.

Ma torniamo all’orario estivo (sì così si può chiamare) dell’aeroporto di Cagliari, attualmente come numero di destinazioni contiamo :

30 voli unici verso e da destinazioni straniere (54,5%)
25 voli unici verso e da destinazioni nazionali (45,5%)

Di questi voli però molti sono doppioni della stessa destinazione, magari in aeroporti diversi.

Parigi (3 compagnie)
Londra (2 compagnie)
Monaco (2 compagnie)
Francoforte (2 compagnie)
Berlino (2 compagnie)
Torino (2 compagnie)
Verona (2 compagnie)
Bologna (2 compagnie)
Milano (4 compagnie)
Napoli (3 compagnie)
Roma (2 Compagnie)

Di conseguenza come destinazioni uniche abbiamo 17 destinazioni nazionali e 24 destinazioni internazionali.
Sembrano molte, ma se analizziamo la frequenza e la durata dei voli, capiamo che in realtà di voli stagionali annuali sono ancora meno.
Difatti di voli che durano meno della stagione completa la maggioranza sono internazionali e sono attualmente :

Parigi Orly : 28 Giugno – 27 Agosto
Nizza : 1 Luglio – 30 Agosto
Napoli (Easyjet) : 29 Giugno – 31 Agosto
Ancona : 25 Giugno – 24 Settembre
Stoccolma : Luglio – Agosto

Questi voli non sono veri e propri stagionali, ma semplici Season Peak che servono esclusivamente per un periodo limitato. Ma non è solo la durata temporale ma anche la frequenza a determinare in realtà l’utilità limitata o meno dei voli.
Difatti una frequenza di una volta alla settimana limita il mercato in maniera considerevole rispetto ad un volo che di frequenze ne ha due.
Il motivo è semplicemente la durata obbligatoria per il turista nei luoghi, non sempre si hanno a disposizioni 7/8 giorni liberi pure d’estate, questi voli infatti hanno una componente altissima di vendita in agenzia abbinata a resort turistici e normalmente hanno anche un elevato prezzo di vendita al pubblico e sono 8 appunto i voli in vendita 1x dall’aeroporto di Cagliari.

Ma passiamo ora alle destinazioni nuove e mai operate dall’aeroporto di Cagliari , Amburgo e Nizza. Una Amburgo è gestita da Eurowings e Nizza da Easyjet.
Le novità invece maggiori si hanno sul comparto nazionale, ma non come destinazioni vere e proprie, ma come numero di compagnie che opereranno dai singoli aeroporti.
Difatti, a differenza dell’estate scorsa, sugli aeroporti di Bologna, Verona, Torino e Napoli, vi sarà la novità della concorrenza.
Le rotte in questione infatti a differenza dell’anno scorso dove operava in regime di monopolio per via della Continuità Territoriale sono entrate diverse nuove compagnie che faranno concorrenza alle tratte storiche gestite da Meridiana.
Ryanair opererà infatti la Cagliari – Bologna, Volotea opererà sulla Cagliari – Verona/Torino/Napoli mentre Easyjet opererà su Napoli.
Genova invece sarà l’unica destinazione che subirà un cambio di compagnia, passando dalla low cost Ryanair alla spagnola Volotea.

Sul mercato invece straniero, avremo un aggiunta di aeroporto da parte di Eurowings su Berlino Tegel e la sostituzione nel mercato annuale da parte di Vueling sull’aeroporto di Barcellona El Prat del Girona di Ryanair.
Per il resto nulla di nuovo si è presentato davanti ai nostri occhi oltre ai già citati Nizza ed Amburgo.
Continua a pesare invece la mancanza di sostituti operativi verso la Spagna dove da 3 destinazioni siamo passati ad una, con la mancanza grave di Madrid dopo 8 anni di programmazione.

Certo, la situazione non è completamente nera, ma di certo non è neanche il caso di festeggiare, non essendoci una vera propria ripresa nei conti soprattutto sull’internazionale dove abbiamo 2 nuove destinazioni internazionali su 5 cancellazioni. Con 3 frequenze settimanali nuove durante i mesi estivi principali, contro 15 frequenze cancellate.

Insomma è un punto di partenza, ma la partita più grande si giocherà il prossimo inverno, di certo non si potrà sperare in bene, ma almeno sperare che non sia da piangere sì.

Qua trovate le destinazioni in vendita dall’aeroporto.

SHARE
Previous articleDavid Crognaletti nuovo direttore Commerciale di Sogaer
Next articleL’Estate 2016 di Olbia
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".