SHARE

Ecco a voi, la rassegna stampa in cui è presente il nostro sito internet e il nostro lavoro:

Illatv : http://www.illatv.it/dett.asp?Id_news=20975
Unione Sarda : http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/304509
Unione Sarda (Cartacea) : http://www.regione.sardegna.it/j/v/491?s=222185&v=2&c=1489&t=1
Sardegna Quotidiano (pdf) : http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/69180_Gli_aeroporti_salvati_dai_low_cost.pdf
Cagliari Globalist : http://cagliari.globalist.it/Detail_News_Display?ID=51361&typeb=0&Sardegna-in-volo-cresce-il-numero-dei-passeggeri-nell-isola
Sardinia Post : http://www.sardiniapost.it/economia/turismo-la-crisi-continua-ma-i-voli-low-cost-evitano-il-disastro
La Nuova Sardegna : http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/69215_Grazie_al_low_cost_boom_dei_voli_negli_scali.pdf

 

 

(ANSA) - CAGLIARI, 13 FEB - Compagnie low cost decisive per il decollo del traffico aereo nei cieli della Sardegna. A Cagliari si è registrato un boom: dai poco più di due milioni di transiti all'anno del 2000 si è arrivati agli oltre 3,5 milioni del 2012, con un +523% su base decennale per i trasferimenti internazionali. Buoni risultati anche quelli registrati dall'aeroporto di Alghero: grazie all'inserimento dello scalo tra quelli serviti dalla continuità territoriale, e l'apertura della seconda base sarda di Ryanair (nel 2008, dopo quella di Elmas), i passeggeri sono più che raddoppiati: 1,5 milioni nel 2012 contro i 650 mila del 2000. Sono alcuni dei dati presentati da "Sardegna in volo", sito internet specializzato nella divulgazione e nell'analisi del mercato aeronautico, nel suo primo rapporto annuale sullo stato del trasporto aereo in Sardegna. "I dati forniti dall'Ente Nazionale Aviazione Civile (Enac) mostrano in maniera chiara la patologia di cui soffre il sistema turistico sardo - ha spiegato Giuseppe Bassi, di Sardegna In Volo e redattore del rapporto -. I viaggiatori affollano il territorio isolano solo nei mesi estivi mentre, per mancanza di collegamenti e per un vuoto di programmazione strutturale, durante tutto l'anno si assiste a un calo delle presenze. Per cercare di invertire la tendenza serve il lavoro congiunto delle istituzioni e degli enti preposti: la Regione ha il compito non facile di scrivere un nuovo bando di continuità territoriale che garantisca, però, anche la libera concorrenza tra tutte le compagnie aeree; le società di gestione aeroportuale devono cercare di attrarre sempre più vettori e stimolare l'attivazione di nuove rotte; i Comuni e le Province dovrebbero far rete ed elaborare proposte turistiche per tutto l'anno". Nello studio anche i risultati di un sondaggio realizzato da "Sardegna in Volo" e svolto nel dicembre 2012 che ha coinvolto circa 400 persone. Gli intervistati chiedono che anche le compagnie low cost possano operare le rotte in continuità territoriale (79%) e bocciano la decisione di istituire la tariffa unica per residenti e non residenti: secondo il 64% la misura non favorirà lo sviluppo turistico nell'Isola. (ANSA). YE6-AR

 


 

SHARE
Previous articlePrimo rapporto sull’aviazione in Sardegna
Next articlePresentati i nuovi voli della SAS per Copenaghen, Oslo e Stoccolma.
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".