SHARE

Il ministro Passera ha prorogato i Monopoli sulle rotte da/per la Sardegna, anche quest’inverno le rotte sono salve.

Ok scherzavo, anche per quest’inverno le compagnie sono salve.

Ok scherzavo, anche per quest’inverno i sardi viaggeranno a prezzi scontati. Ok questa era pessima.

La mettiamo sull’ironico, non per altro, perchè le attuali compagnie che operano in Continuità Territoriale, dopo due anni di proroghe ancora una volta se la sono scampata;  si sono salvati la “Libera Concorrenza“.
Leggendo gli articoli, si mette in evidenza che la Regione Sardegna ha salvato la stagione invernale, bene, affrontiamola seriamente questa stagione invernale.
Attualmente la continuità territoriale si posiziona in due situazioni, la prima quella primaria che riguardano i due scali principali italiani, Milano Linate e Roma Fiumicino, nella seconda situazione abbiamo diversi altri voli verso destinazioni “secondarie”, protette in monopolio ad una sola compagnia e attualmente non più in proroga reale ma solo fittizia.
Già fittizia non per altro, perché molte delle rotte che dovrebbero esser assicurate o son state cancellate oppure modificate con orari fuori dal bando stesso. La Cagliari – Palermo per esempio, a meno di una settimana dall’orario invernale risulta cancellato e si perderà quindi il volo diretto verso il capoluogo siciliano.
O si può parlare dell’Olbia – Bologna,che pure essendo in Continuità territoriale, parte alle 6 e mezzo da Olbia e arriva alla destinazione finale alle 9 e 50. 3 ore e 20 e passando per Cagliari. Quasi quanto un volo diretto per Oslo.
Oppure possiamo parlare dell’Alghero-Torino e Alghero-Bologna direttamente cancellati senza farsi tanti problemi..

Ma allora perché la Regione non dice niente? Si può pensare che tutto dipenda dal fatto che  le stesse compagnie che hanno in mano la CT2 son le stesse che dovranno poi presentare le domande per la Ct primaria e che quindi attualmente è meglio tenersele buone, ma nel mentre i sardi, sono ancora una volta penalizzati. Prima di tutto dalla scelta di prorogare una continuità territoriale “fallimentare” in secondo luogo perché non realmente tutelati dalla stessa Regione che si fa portabandiera dei diritti del trasporto di una regione.

SHARE
Previous articlePiccola guida sulle nuove tariffe di Meridiana e la Continuità Territoriale
Next articleLo stato definisce una “base”
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".