SHARE

Dopo un paio di settimane di silenzio assoluto del blog, causa vacanza e di recente un lutto, mi son “costretto” a rispondere ad articoli comparsi oggi (30 Agosto) da parte della dirigenza della compagnia Meridiana.
Si legge in questi “comunicati” che Meridiana deve abbandonare rotte perchè bloccata da Ryanair che prende soldi dagli stessi aeroporto.
Benissimo, nulla vieta alla stessa compagnia sarda di adoperarsi per operare rotte su “richiesta” da parte degli operatori aeroportuali.
Quello che risulta risibile è la stessa prepotenza con cui una compagnia che opera in MONOPOLIO delle rotte , facendo il bello ed il cattivo tempo a seconda di come gli gira la “rotazione” dell’aereo.
Prendiamo un esempio concreto, L’aeroporto di Cagliari oggi viene minacciato di un abbandono dalla compagnia di Olbia se non verranno tolti i collegamenti nazionali verso Roma Ciampino, Bergamo e Malpensa; Affremando che il tutto viene dato con un beneplacito di Enac, iniziamo con il ricordare ad una compagnia aerea quello che dovrebbe sapere e cioè che questi aeroporti son stati LIBERALIZZATI dalla Corte Europea dopo un sacrosanto esposto di Easyjet che desiderava operare l’Olbia – Malpensa.
Ricordiamo che tutt’ora Meridiana opera nel primo aeroporto sardo, una serie di voli soggetti non ad un aiuto, ma bensì a qualcosa di più importante un MONOPOLIO. Difatti d’Inverno la compagnia opera :
1) Roma Fiumicino (Con solo Alitalia)
2) Milano Linate (Con solo Alitalia)
3) Verona (Monopolio)
4) Torino (Monopolio)
5) Palermo (Monopolio)
6) Bologna (Monopolio)
7) Firenze (Monopolio)
8) Napoli (Monopolio)

Ora leggendo questi aeroporti uno che non sia “stupido” penserebbe che operando in monopolio totale alcune fra le città più grandi d’Italia, una compagnia sia sana e che non abbia bisogno di attacchi verso le altre compagnie che operano invece in piccoli aeroporti e soprattutto con la possibile minaccia di nuovi competitor sulle rotte, mentre invece leggiamo come Meridiana sia in rosso profondo e che va all’attacco di qualsiasi compagnia metta piede nell’aeroporto cagliaritano.
Quest’estate invece la compagnia ha operato ben 2 voli non coperti dalla Continuità Territoriale, Venezia e Mosca. Il primo andando lei stessa contro Ryanair che operava pero’ da Trevisto e soprattutto AirOne e Volotea che invece operano tutt’ora pure nel prossimo inverno dallo scalo di Venezia Tessera.

E’ Comico che la prima compagnia regionale, sia la prima invece a NON credere nel mercato regionale ed esser la prima a non operare rotte per aumentare il mercato turistico. Da due anni, la dirigenza promette nuovi voli per il nord Europa ed è da due anni che questi voli non fanno la comparsa in nessun orario. E’ la prima a cancellare le rotte ed è la prima a non APRIRE rotte e basarsi solo ed esclusivamente sul PROTEZIONISMO della Continuità Territoriale.
Penso che sia nella mente di tutti , che se veramente vogliono esser paladini del libero mercato e contro il finanziamento alle compagnie low cost debbano essere i primi ad abbandonare la richiesta di operare le rotte in monopolio e smetterla di fare i ricatti agli operatori aeroportuali, che appunto questi ultimi debbano fare il bene del turismo e degli stessi passeggeri.

Un ultima domanda, visto che Ryanair ha cancellato per il periodo invernale la Cagliari – Madrid perchè non chiedete di operarla voi? Oppure è troppo disturbo chiedere di fare una cosa per il bene della Sardegna?