SHARE

Pubblichiamo una mail arrivatami da parte di un utente che ha preso un volo Cagliari – Milano Linate oggi 18 Giugno.

Oggi 18 giugno sono rimasto colpito dalla lentezza delle operazioni all’ aeroporto di Cagliari. In partenza per Milano Linate con il volo Alitalia AZ 7575 delle 6.30, già più volte utilizzato negli anni precedenti, ho notato che presentarsi alle 5.35 non basta.

Già effettuato online il check-in, la prima brutta sorpresa è che a Elmas, contrariamente agli altri principali aeroporti italiani, non sono presenti le postazioni automatiche Alitalia che mi avrebbero stampato in pochi secondi la carta d’ imbarco. Il peggio tuttavia doveva ancora venire: come titolare di freccia Alata mi sono messo in coda per l’ apposito banco Priority , salvo scoprire che la coda era ancora più lunga che ai banchi normali e che a nessun operatore di questi ultimi veniva in mente l’ elementare accortezza di servire con precedenza i clienti Priority. Dopo 20 minuti gettati per quello che ovunque in Italia richiede pochi secondi alla macchinetta automatica è stata l’ ora di vedere come la coda ai controlli di sicurezza fosse molto più lunga di quello che potevo ricordare. Pur essendo aperti tutti i varchi ci sono voluti 25 minuti e non ho perso l’ aereo solo perché l’ aereo ha atteso pazientemente tutti i passeggeri ed ha chiuso le porte 10 minuti dopo l’ orario previsto per il decollo. Se avessi scelto Ryanair anziché Alitalia sarei sicuramente restato a terra.

È inammissibile un tale peggioramento del servizio, per cui sono ora necessari almeno 90 minuti d’ anticipo per un volo che decolla alle 6.30. Non si capisce perché non ci siano macchine automatiche per il checkìin, perché il banco Freccia Alata Alitalia sia gestito in modo pedestre e perché non ci si dia da fare per mantenere la coda ai controlli di sicurezza ad una lunghezza accettabile data l’ ora antelucana.

Marco Giovanniello

SHARE
Previous articleRyanair partner di Rock in Roma
Next articleAggiornamenti sulla Continuità Territoriale.
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".