SHARE

C’è voluta la mia SANTA pazienza.

C’è voluta tanta pazienza, speranze e quant’altro per tenere aperto questo blog, la pagina su facebook e su twitter. Ci sono voluti soldi, perchè le pagine web costano ma questo è l’elemento meno importante perchè la mia è una passione e quando c’è onestamente i soldi contano poco.
Ma allo stesso tempo, i soldi come il tempo valgono e vengono valutati se c’è qualcosa di cui parlare, di cui discutere. La Giunta Regionale di Cappellacci, nei suoi anni di governo ha fatto di tutto pur di eliminare totalmente il discorso aerei ed aviazione dal suo governo e c’è riuscito (Sempre che qua non si parli di tariffa unica e continuità territoriale, quella nei loro discorsi stranamente è sempre presente!).
Ha iniziato bene, parlando di cabina di regia per gli aeroporti sardi è finita peggio perchè è da quando c’è stata la prima riunione due anni fa che non se ne vede più traccia. E’ riuscita nell’intento di sponsorizzare uno stadio attaccato all’aeroporto e di togliere i soldi a quest’ultimo pur di avere i voti degli amanti del calcio.
Mi sono venute le gambe molli sentir parlare un proprietario di un albergo cagliaritano ed esser contento di un volo per Ibiza ed esser completamente indifferente alle cancellazioni dei voli per la Germania. Mi sono venute le gambe molli, sentir parlare dello stadio qua e dello stadio là, quando il turismo è quello per cui viviamo.
Mi è venuta l’orticaria, sentir parlare di navi e milioni e milioni di euro spesi per delle navi per una compagnia sarda,  e sentire un silenzio assordante sui voli turistici. Mi è venuto un conato di vomito vedere come nell’indifferenza assoluto della classe politica British Airways ha cancellato il suo volo verso Londra da Cagliari, l’unico volo operato oltre a Lufthansa per Monaco da una compagnia importante e di prima fascia.
Ho letto con assoluta tristezza, le polemiche con i vertici Sogeaal per la vicenda della NEVE ad Alghero, leggendo poi commenti che incolpavano il tutto alla società quando una nevicata del genere quando si è mai vista.

Insomma mi viene da piangere pensando che in alcune parti del mediterraneo, ci sono zone in cui un solo aeroporto fa passeggeri quanto li fanno i tre aeroporti sardi “beati” dall’assessore al turismo, che poi una settimana dopo alla presentazione del padiglione della Borsa internazionale del turismo ha nominato solo le navi, mi viene da piangere vedendo i prezzi proposti dagli albergatori sardi che neanche fossero l’Hilton di New York, mi viene da piangere quando camminando per Cagliari vedo negozi e ristoranti chiusi per ferie nel picco più alto turistico (non sia mai rinunciare ad una settimana di vacanza eh!) , insomma mi viene da piangere quando si parla di turismo in Sardegna.

Basta, lo sfogo è finito, torno a lavorare….forse…sempre che rimanga qualche volo che non sia in continuità territoriale su cui parlare.