SHARE

In Regione sembra che stiano pensando ad un nuovo sistema turistico, le navi gratis con i soldi dei contribuenti. Naturalmente scherzo, ma diciamo che si può riassumere con questa battuta la gestione turistica della Sardegna negli ultimi anni.

Abbiamo infatti un assessorato al turismo che l’altro giorno elogiava i numeri degli aeroporti, dall’altra un assessore ai trasporti che pensa a giocare con le navi e a dare decine di milioni di euro a vettori che accetteranno di operare in monopolio le tratte da/per Milano e Roma. La verità è che questo comportamento è stato dannoso oltre che irrispettoso verso chi di turismo ci lavora e vive, oltre che alle società di gestione aeroportuali che sembra vogliano fregarsene e non discutere realmente con la Regione. Perchè sì è importante creare collegamenti navali funzionanti, ma altresì è vero che ci sono zone europee come Palma di Maiorca che di traffico aereo arrivano a superare i 20 milioni di passeggeri annui.
Da un lato, la diminuzione dei finanziamenti per i voli low cost e non che non interessano alla continuità territoriale, dall’altra abbiamo invece un particolare interesse a questa tariffa unica che secondo alcuni svilupperà turismo ma dall’altra svuota le casse della regione di decine di milioni di euro con l’incognita delle compagnie che decideranno di operarle. E mentre si chiacchiera di continuità navale, di cercare navi migliori, di vincere la battaglia contro la Tirrenia, Grandi Navi Veloci e Moby, Ryanair decide di tagliare e lasciare la Sardegna praticamente con gli stessi voli dell’anno se non addirittura solo cancellazioni (come a Cagliari).
Non vi sembra un comportamento “strano” da parte della Regione occuparsi solo ed esclusivamente di Continuità e nessuna parola sullo sviluppo di rotte aeree internazionali? Ogni tanto si legge, la Sardegna va a sponsorizzarsi in Finlandia, in Austria, In Olanda ecc..Ma andare in questi paesi e poi dire “Eh no scusate, no niente voli, no dovete venire in macchina poi in nave, no dovete fare scalo a Roma o a Milano ecc..” è una buona promozione turistica? No perchè se lo è allora sono io un omino verde con le antenne e due orecchie da coniglio.

 

SHARE
Previous articleLa Spagna
Next articleBasta!
Cagliaritano di nascita, ha vissuto per anni facendo la spola fra L'Aquila, Roma e Cagliari. Studiando Cinema e poi Turismo, appassionato sin da piccolo di aerei per colpa del sentiero di discesa della 32 di Cagliari che passava proprio davanti a casa sua. La sua passione per l'aviazione è bilanciata dalla sua paura per gli aerei, difatti pur amandoli non esita a dire "Ogni volta che salgo su un aereo ho una fifa nera del decollo". Dopo aver aperto "Cagliari In Volo" che poi è diventato "Sardegna In Volo" si è successivamente occupato dell'apertura di "Sicilia In Volo" e del forum "Aviazione Italiana".